La scelta di creare delle pareti divisorie in cartongesso, per molti anni è stata la soluzione ideale. Quando si parla di pareti in cartongesso ci si rivolge a quelle pareti che vengono installate con lo scopo di suddividere un unico ambiente in più spazi differenti. Naturalmente le pareti in cartongesso, a prescindere dalla comodità caratterizzata dalla loro applicazione (non è necessario provvedere alla richiesta di pratiche edilizie di modifica degli ambienti) non hanno le stesse caratteristiche principali dei tradizionali muri divisori.

Per esempio, non garantiscono un particolare isolamento acustico, devono essere regolarmente dipinte esattamente come le pareti per mantenere un certo igiene di base e, inoltre, non possono essere spostate poiché, una volta installate, fanno parte integrante della stanza così come le normali pareti. Per toglierle o spostarle bisogna necessariamente abbatterle.

Le pareti in cartongesso sono molto versatili, possono essere applicate perfettamente su misura, possono essere modulari, dello spessore desiderato e anche della forma desiderata. Le pareti in cartongesso possono essere ritagliate come si desidera e possono anche essere rivestite con applicazioni in gesso per essere decorate e adornate in base alle esigenze. Questa tipologia di pareti, una volta installate fanno parte integrante dell’ambiente e, se non si presta particolare attenzione, non ci si accorge facilmente di essere delle pareti in cartongesso.

Arrivano le pareti divisorie moderne

pareti divisorie da ufficio

Anche se, per anni, esse sono state considerate la soluzione ideale, più pratica e più veloce, oggi le pareti in cartongesso sono state, per lo più, sostituite dalle pareti divisorie in legno.

Infatti, col passare degli anni sono state ideate delle soluzioni che abbiano le stesse caratteristiche delle pareti in cartongesso in termini di velocità, semplicità e praticità nella installazione e anche sotto l’aspetto della convenienza economica.

Stiamo parlando delle pareti divisorie in legno, che possono rivelarsi molto più pratiche se abbiamo la necessità di applicare pareti divisorie per lo più provvisorie. Bisogna però ammettere che questa ultima soluzione viene scelta soprattutto per ambienti strettamente legati a luoghi di lavoro come ad esempio gli uffici.

Nel caso in cui si debba suddividere una grande area, è possibile, non solo adoperare più pannelli di legno, ma è anche possibile spostarli in un secondo momento in base alle esigenze. Nel caso in cui, invece, non si intende spostare le pareti, le soluzioni possono essere entrambe papabili, sia quella in cartongesso che quella in legno.